Home I contenuti Blog Il re è nudo
Il re è nudo PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 15 Maggio 2009 01:46
Pubblichiamo un'accorata ed inappuntabile riflessione pervenuta da un nostro abituale visitatore:


Credo che molti, tra coloro che avranno la cortesia di leggermi, conosceranno la favola richiamata nel titolo. La favola di un re tanto borioso ed amante dei suoi vestiti da arrivare a girare nudo per la città, convinto dal suo sarto ad indossare abiti invisibili agli stolti ma visibili ai saggi e consapevole, comunque, del fatto che nessuno avrebbe mai osato schernirlo per timore di incorrere nelle sue ire.
Fino a quando un innocente bambino ruppe questo stato di cose mettendolo in ridicolo davanti ai suoi stessi sudditi.
Sicuramente penserete che, nei nostri tempi, la vicenda possa apparire surreale. Ebbene, anche se la cosa sembra impossibile, voglio cercare di dimostrarvi il contrario. Naturalmente non possiamo parlare di Re (fortunatamente) ed allora parliamo di Sindaco. 

Un Sindaco che, sul piano personale, è certamente inappuntabile.
Un Sindaco che è stato protagonista della vita politica locale in maniera trasversale, dagli anni 70 ad oggi, partendo dalla Democrazia Cristiana fino ad arrivare in Forza Italia una settimana prima della sua candidatura al nostro Municipio.
Un Sindaco che, come è abituato a ripetere chi ne conosce la storia, ha sempre sofferto nell' ingoiare i bocconi amari causati dall'arrivare sempre secondo rispetto agli altri personaggi politici locali all'atto di stabilire chi dovesse ricoprire la carica di primo cittadino.
Un Sindaco che è arrivato a dire in Consiglio Comunale, replicando ad alcune dichiarazioni rese da esponenti della minoranza, che la molla che muove chi non condivide le sue scelte è solo l'invidia
Un Sindaco che per essere sicuro di sentirsi invidiato lui solo, ha fatto in modo di far eleggere a Villa Rosa Consiglieri che certamente non suscitano in alcun modo questo poco piacevole sentimento, considerando la dimostrazione di appiattimento che stanno vivendo nel corso della loro esperienza amministrativa.
Un Sindaco che, non dimostrando la saggezza di cui la sua età dovrebbe essere portatrice, stigmatizza qualsiasi atto di protesta dei cittadini verso le sue scelte come... FATTA PER MOTIVI POLITICI... fino ad arrivare a dire che (IL CENTRO 14 Maggio 2009) la sensazionale dimostrazione di compattezza dimostrata da 150 (fino ad oggi) mamme o papà che si sono visti aumentare, dall'oggi al domani, del 40% le tariffe per la mensa scolastica dei loro figli, nel fargli pervenire altrettante lettere di protesta, è solo un esercizio di "SCIACALLAGGIO POLITICO".
Un Sindaco che vuole impartire lezioni di politica ai Consiglieri più giovani, continuando lui stesso a comportarsi come 20 anni fa, attraverso una dissennata gestione dei beni pubblici, che ha portato la sua amministrazione al poco invidiabile risultato dello sforamento del patto di stabilità nel 2008 e di ingessare l'attività amministrativa pur essendo stato eletto a distanza di 4 mesi circa dal commissariamento ed avendo trovato un bilancio che definire positivo è dir poco.
Un Sindaco che oggi dice che in fondo gli aumenti per mensa e trasporto porteranno le famiglie a spendere SOLO poco più di 300 euro a Martinsicuro e 234 a Villa Rosa e domani, per tre giorni di seguito, si lamenta per il fatto che una legge statale prevede che in caso di sforamento del Patto di stabilità i compensi agli amministratori siano tagliati del 30%.
Un Sindaco che decide con i suoi colleghi di stilare e rendere esecutivo un regolamento per gli accordi di programma e sceglie di modificarlo solo pochi mesi dopo senza avere mai approvato nemmeno un progetto: delle due l'una... o la prima stesura imbarcava acqua da tutte le parti ... o ha ceduto alle pressioni dei soliti noti e, dal momento che approvano contestualmente anche la possibilità di costruire fino al 50% di palazzine nei comparti turistici, la risposta risulta di una semplicità imbarazzante.
Un Sindaco che mal digerisce anche la situazione per cui un suo collega di maggioranza riceve complimenti legati al gran lavoro svolto da lui e dall'Associazione di cui è Presidente, in occasione del recente sisma che ha colpito L' Aquila, al punto da decidere improvisamente di creare una struttura parallela per poter fare quello che più gli piace, il primattore, ed al punto da creare per questo una crisi di maggioranza rientrata grazie al buon senso di tutti gli altri amministratori.
Un Sindaco che vuole vendere (naturalmente i suoi solerti allievi Consiglieri ed Assessori - Yes Man di Villa Rosa si guardano bene dal contraddirlo) l'unica area di proprietà comunale destinata a strutture ad uso pubblico presente sul territorio e, nel momento in cui si rende conto di essere andato fuori dal seminato, cerca di convincere i malcapitati sulla bontà della sua scelta e si lancia in dichiarazioni di questo tenore:
  • CONSIGLIO COMUNALE: 30 Marzo 2009 All'atto dell'approvazione della delibera che prevede l'inserimento del terreno dietro l'Uffico Postale di Villa Rosa tra i beni da alienare: "La cessione è necessaria per fare cassa e sanare i debiti".
  • CORRIERE ADRIATICO: 14 Aprile 2009 "La vendita è necessaria al fine di poter riqualificare Piazza Kolbe, l'ex scuola elementare ed il refettorio in modo che l'edificio possa ospitare, come con l'anagrafe, altri uffici comunali nonchè sedi di Associazioni culturali che operano in zona";
  • CORRIERE ADRIATICO: 13 Maggio 2009 "Saranno costruite le solite 3 palazzine e solo su 1500 metri mentre gli altri 4000 saranno a verde (facciamo presente che l'estensione totale del terreno è di 4800 mq) ed i locali sotto le palazzine saranno per gli uffici comunali, l'anagrafe e le Associazioni che operano in zona". 
  • VOLANTINO DIFFUSO DAGLI ESPONENTI DELLA MAGGIORANZA: 15 Maggio 2009 "Potranno realizzarsi tre o QUATTRO palazzine, al Comune verranno ceduti 300 mq per anagrafe, anziani ed Associazioni. Le somme ricavate potranno usarsi per rifare l'asfalto in alcune zone e inoltre prevedono LA DEMOLIZIONE della Scuola di Piazza da Vinci per ricavarne uno spazio pubblico. Ora, una domanda sorge spontanea: ma invece di effettuare tutti questi passaggi, non sarebbe più naturale, alla prima richiesta di accordo di programma su una qualsiasi zona privata del territorio, farsi attrezzare come spazio pubblico il terreno stesso senza bisogno di trovarsi con 4 palazzine in più? Naturalmente il fatto che non si sia mai pensato ad una tale soluzione, deriva dalla circostanza che nessuna amministrazione precedente a questa è mai scesa ad un tale livello di scarsa capacità programmatica.
Ecco il punto, la vera questione, abbiamo un Sindaco che si è autoconvinto (per effetto di un non meglio precisato training autogeno) di rappresentare il meglio cui la nostra Città può aspirare, un Sindaco che, essendo riuscito solo nel 2007 a ricoprire questa carica, lo fa senza un autentico spirito di servizio nei confronti dei Cittadini, ma con la boriosa ostinazione che spesso contraddistingue chi non è propenso ad accettare consigli da alcuno; un Sindaco, in ultima analisi, che ha deciso probabilmente di glorificarsi delle lodi di una ristretta cerchia di amici, piuttosto che preoccuparsi delle esigenze di buona amministrazione di cui Martinsicuro ha bisogno come l'aria. Abbiamo un Sindaco che gira per le strade soddisfatto e tronfio dei sorrisi di convenienza che i suoi sudditi gli rivolgono e che non si accorge che, non appena è passato, escono i bambini che gridano ridendo......IL RE E' NUDO.

 

Autenticazione

Non è necessaria l'autenticazione per inserire i commenti alle pubblicazioni!



Cerca nel sito

Ultimi commenti

Blog casuale

Commenti dal sito
Pubblichiamo alcuni dei commenti e suggerimenti inviatici dai lettori:

con tutto il rispetto e l'apprezzamento per il miglioramento degli ultimi tempi riguardo le strutture stradali, in realtà non vedo per il paese molta sorveglianza nelle strade di pattuglie che rassicuri davanti a stipri, a furti, come la velocità auto che in via Roma sfrecciano in qualsiasi ora, soprattutto di notte. Ciò perchè ci sono poche pattuglie di polizia per le strade e i vigili invece di fare multe alle macchine sui marciapiedi, che non fanno del male a nessuno, dovrebbero scendere dalle auto e a piedi controllare per la sicurezza del popolo, dato anche il bel numero di clandestini che registriamo dalle nostre parti. tutti hanno un lavoro e sicuramente lo fanno con impegno ma ancora non date il massimo. cominciate a mettere aotovelox in via Roma, pattuglie per le strade a qualsiasi ora, telecamere (anche per vedere chi va buttando siringhe per le strade, che ce ne sono a quantità) e magari anche qualche secchietto in più per i bisogni degli animali, perchè sinceramente io che ho un cane non è comodo portarmi dietro i rifiuti o non lamentiamoci se poi le persone non li raccolgono. Cominciamo con queste cose che magari sono stupidagini ma sono problemi di tutti i giorni che riguardano tutti.
Ringraziando del tempo che date alle mie parole e che non restino tali, Vi mando i miei cordiali saluti


ho avuto modo di parlare con qualche vostro associato ed ho segnalato il problema del palazzo sito in via L'Aquila dove regna droga e prostituzione. a nome dell'intero quartiere vi chiedo un aiuto saluti

www.martinsicurocittattiva.it

Logo associazione Città Attiva Il sito internet dell'Associazione Città Attiva del Comune di Martinsicuro
"E' bello vivere per il proprio paese, ma è ancora più bello aiutare il proprio paese a vivere" J.F.Kennedy
Associazione Città Attiva - Sede in MARTINSICURO (TE), Via Venezia 27
web:http://www.martinsicurocittattiva.it email:direttivo@martinsicurocittattiva.it sms:3276190017

Visitatori on-line

 51 visitatori online