Home
Proposta di Legge di Iniziativa Popolare per la legittima difesa dei beni e della casa PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 06 Aprile 2016 08:47
In questi giorni fino al 25 maggio è possibile firmare presso l’Ufficio Segreteria o Anagrafe nel comune nel quale si risiede, una raccolta di firme finalizzata all’approvazione del disegno di legge per potenziare la tutela della persona, della propria casa, dei propri beni e dei propri cari.

La proposta di legge è volta ha modificare art 614 del codice penale, in particolare degli art 1 e art 2:

Art. 1 (Modifiche all’articolo 614 del codice penale)
1. All’articolo 614 del codice penale sono apportate le seguenti modifiche:
a) Al primo comma le parole “da sei mesi a tre anni” sono sostituite dalle seguenti ”da uno a sei anni”;
b) Al terzo comma sono aggiunte le seguenti parole:”Ma si procede d’ufficio se il fatto è stato commesso per eseguire un delitto perseguibile d’ufficio”:
c) Al quarto comma le parole “da uno a cinque anni” sono sostituite dalle seguenti “da due a sette anni”;
d) Dopo il quarto comma è inserito il seguente: “Colui che ha posto in essere una condotta prevista dai commi precedenti non può chiedere il risarcimento di qualsivoglia danno subìto in occasione della sua introduzione nei luoghi di cui al primo comma”.
 
Auguri di Buona Pasqua PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 27 Marzo 2016 14:34
 
L' Amministrazione Comunale sul contenzioso Flajani PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 24 Marzo 2016 17:17
Qualcosa di cui parlare/scrivere.

Difficile credere che 2 panchine e 3 alberi abbiano fatto tanto discutere, scrivere e scandalizzato una comunità.

Abbiamo immaginato: “ma se una cosa di poco conto ha creato un vespaio di polemiche, cosa accadrebbe se i cittadini sapessero di fatti dalla portata ben superiore?”.

Ecco un tema interessante su cui sarebbe opportuno riflettere: Sentenza n. 694/2012 su contenzioso Flajani/Comune di Martinsicuro che condanna, quest'ultimo, al pagamento di euro 557.773,45 + interessi da calcolare dal 2004, oltre a 12.075,80 euro per rimborsi e spese processuali. Questa cifra, tra un anno, potrebbe raggiungere quasi 1.000.000,00 di euro. Questa sentenza segue la ben più famosa sul “Debito Franchi” di quasi 1.500.000,00 di euro che sempre NOI cittadini con le nostre tasse abbiamo dovuto sborsare.

Se tutto andrà come deve, NOI tutti avremo 2.500.000,00 di euro in meno per “l'attenta” politica che in questo inizio di campagna elettorale torna a preoccuparsi dei cittadini, per poi dimenticarsene il giorno dopo le elezioni, come?
 
Concessioni demaniali PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 15 Marzo 2016 11:15
Gli anni passano per tutti, ma a volte alcuni non riescono a rendersi conto di quanto le cose possano cambiare con il tempo. Non sappiamo come si concepiva il compito di amministratore pubblico ai tempi dell’ex Assessore Lattanzi; da parte nostra esiste un grande rispetto per le singole competenze e riteniamo che si debba evitare qualsiasi forma di interferenza. Allo stesso modo crediamo che sia alquanto azzardato sostenere che “un giallo interessa l’assegnazione delle recenti 3 concessioni demaniali”.

Esiste una Commissione Comunale esaminatrice che ha ritenuto di evidenziare nel verbale di assegnazione delle concessioni una anomalia tecnica. Della questione è stato investito il Segretario Comunale che avrà cura di valutare l’adozione di eventuali provvedimenti. Ovviamente sono fatti salvi i diritti dei privati che potranno mettere in pratica le azioni più opportune, qualora ritengano di essere vittime di raggiri o plagi, come sostiene l’ex Assessore.

Stabilito, pertanto, che (almeno per questa amministrazione) il politico non interferisce con le procedure di evidenza pubblica per motivi di trasparenza e correttezza, preme precisare alcuni aspetti su dichiarazioni dell’ex Assessore Lattanzi che denotano una certa superficialità.
 
Piazza Kolbe, chiacchiere da piazza! PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 15 Marzo 2016 11:13
La (p)olitica con la P minuscola torna far parlare di sè. Le elezioni amministrative si avvicinano ed è naturale che ci si prepari a questo importante appuntamento mostrando la giusta attenzione verso il paese, i cittadini e le piccole e grandi problematiche che “tornano” ad essere di primaria importanza.

Quello che non è normale è che la “piccola” politica mostri questa attenzione solo ed esclusivamente nel periodo pre-elettorale per tornare nel silenzio il giorno dopo dimenticando tutto e tutti: ci auguriamo che i cittadini più accorti se ne siano resi conto e che questo modo di fare, tipico degli ultimi due decenni del secolo scorso, non corrisponde alle esigenze di chi invece chiede risposte concrete a problemi concreti.

Con l'intervento fatto in piazza Kolbe l’Amministrazione Camaioni ha dato una risposta a chi la chiedeva da almeno 10 anni: numerosi Cittadini volevano maggiore sicurezza evitando che le auto attraversassero la piazza ignorando la presenza di persone (spesso anche bambini) che rischiavano di essere investiti, situazioni che negli anni passati si sono verificate.
 
Bike to Coast PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 15 Marzo 2016 11:09
In seguito alla riunione tenuta in Municipio nella mattinata di lunedì 29 Febbraio 2016 con i funzionari comunali, la ditta incaricata ed il direttore dei lavori, si è deciso che nella giornata di lunedì 14 Marzo p. v. inizieranno i lavori di completamento e valorizzazione turistica della pista ciclopedonale sul nostro litorale (progetto Bike to Coast). Si partirà dal lungomare sud di Villa Rosa risalendo verso nord: la prima fase dei lavori durerà 15 settimane circa per concludersi il 30 Giugno 2016.

Il cantiere tornerà operativo a partire dal 15 Settembre p. v. fino al termine dei lavori.

Per la fine del mese di Giugno si prevede di arrivare con i lavori fino alla zona dei Campeggi di Martinsicuro (via dei Pioppi – Turone).

Solo la prima parte dei lavori (da Villa Rosa Sud fino a via Baracca) interesserà l’intera carreggiata con accesso ai soli residenti ed ai clienti degli Hotel o degli stabilimenti balneari. Per la restante parte del lungomare, compatibilmente con le esigenze dell’impresa esecutrice, abbiamo chiesto la chiusura parziale del tratto, visto che per Villa Rosa centro si tratta solo di rinnovare la vernice e di installare la nuova cartellonistica.

In ragione dell’importanza dell’opera per il nostro turismo ed al fine di recare meno disagi possibili ai Cittadini ed agli Operatori del settore, abbiamo richiamato l’impresa sulla necessità di contenere al massimo i tempi di esecuzione e di comunicare con congruo preavviso eventuali novità che dovessero intervenire nello svolgimento dei lavori, al fine di darci la possibilità di far girare le informazioni per il bene e la tranquillità di tutti.
 
Approdo PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 15 Marzo 2016 11:06
Relativamente alle esternazioni del Consigliere Vagnoni sulla situazione dei pescatori e della zona approdo, vanno fornite alcune precisazioni.

Prima di usare frasi infelici come “prepotenza e arroganza di chi pensa di gestire questo paese come se fosse casa propria” sarebbe il caso di informarsi bene, in quanto numerosi sono stati gli incontri con la marineria professionale e sportiva locale oltre che con i funzionari regionali del Settore Trasporti (tutti verbalizzati). L’Assessore al Demanio, di concerto con il Sindaco, il Comandante Locamare e gli Uffici preposti, si è adoperato per fare in modo che fossero condivise il più possibile le scelte che porteranno ad un miglioramento sia in termini di fruibilità che di decoro della zona in questione. Oltre al regolamento generale, si è condiviso anche il regolamento sulla vendita del pescato. Pescato che sarà distribuito grazie alla realizzazione di una pescheria finanziata con fondi GAC che questa Amministrazione si è preoccupata di intercettare. Sarà facoltà della Giunta Comunale nominare una commissione per il controllo generale sul rispetto delle regole all’interno della pescheria.
 
Consiglio Comunale per venerdì 19 febbraio 2016 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 17 Febbraio 2016 09:14
 
Riunione per giovedì 11 febbraio PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Sabato 06 Febbraio 2016 10:08
 
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 7 di 85

Autenticazione

Non è necessaria l'autenticazione per inserire i commenti alle pubblicazioni!



Cerca nel sito

Ultimi commenti

Blog casuale

Opportune precisazioni
Ci si vede costretti ad alcune precisazioni rispetto a quanto espresso in maniera alquanto superficiale dal circolo del PD locale.

E’ vero che i fondi utilizzati per effettuare i lavori sul sottopasso di Via Roma sono frutto di un mutuo di 73.000 Euro contratto dal BIM Tronto e girato al Comune di Martinsicuro. Il mutuo è parte integrante di un finanziamento maggiore che è stato sottoscritto nel 2011 e suddiviso anche con gli altri 7 Comuni del Consorzio che (e qui sta la prima imprecisione), solo nel febbraio 2012 si è saputo sarebbe stato sciolto sulla base dei pronunciamenti dei singoli Sindaci. E’ vero, il nostro Comune non si è espresso ma la decisione andava presa entro il 6 Febbraio 2012 e sicuramente, seppure c’è da parte del PD il maldestro tentativo di confondere le acque, tale scelta non può essere imputabile all’attuale amministrazione. Ci fa piacere poi mettere a conoscenza chi ci legge di una chicca.

I nostri giovani componenti del circolo NOI DEL PD di Martinsicuro sembrano difendere a spada tratta la scelta di sciogliere il consorzio BIM e trattandosi di risparmiare denaro pubblico la cosa è perfettamente condivisa dal nostro gruppo ma poi si scopre (e speriamo di non passare per questo come simpatizzanti per la parte politica a loro avversa) leggendo i giornali locali che:
“… non si può non esprimere tutto il biasimo possibile per il Presidente regionale del PD Manola Di Pasquale e per il Segretario Provinciale PD Robert Verrocchio, rei di difendere il BIM (ma solo quello Vomano-Tordino guidato dal centrosinistra, non quello del Tronto a maggioranza di centrodestra) con pretestuose e capziose argomentazioni”.
La Di Pasquale sostiene che “non sì può fare di tutt'erba un fascio”. Verrocchio che “La scelta non può rivestire un carattere ideologico”. I due strateghi ritengono che i costi di gestione del BIM Vomano-Tordino siano congrui, non quelli del Bim del Tronto…”
“…Intanto "Progresso giuliese" si scaglia contro il Pd per aver mantenuto in vita il Bim Vomano - Tordino
Diciamo che gli sprechi sono tali quando non toccano le tasche di “NOI DEL PD” e naturalmente non crediamo sarebbe diverso a fattori invertiti.

Va poi detto che è probabilmente vero il fatto che il mutuo verrebbe girato all’Ente, ma si omette di precisare che lo scioglimento determinerebbe allo stesso tempo l'attribuzione diretta ai comuni consorziati della quota parte del sovracanone che coprirebbe abbondantemente la spesa ed inoltre che alla fine Martinsicuro ha potuto comunque beneficiare dei lavori effettuati.

Ma veniamo al sottopasso:
I motivi per cui è stato scelto di procedere con i lavori contemporaneamente su entrambe le carreggiate sono stati ormai esposti talmente tante volte che non vorremmo recare offesa alla capacità di comprendere dei componenti di NOI DEL PD ribadendoli, alla fine comunque a quanto pare l’idea che non si debba reintervenire su un lavoro fatto dopo poco tempo proprio non scende giù. Il problema era la risalita dell’acqua dalla falda e i lavori a risolvere questo sono serviti.


1) Il Sindaco deve sempre predisporre un’ordinanza quando si chiude una strada, sia a senso alternato che in entrambi i sensi e non è che come volete far intendere il Sindaco Camaioni ha fatto un atto di imperio, relativamente ad eventuali vantaggi cui avrebbe goduto la ditta stendiamo un velo pietoso su un modo di ragionare antico che ancora pervade delle giovani menti.
2) Si precisa quindi rispedendo al mittente i sarcastici ringraziamenti e, probabilmente, la mancanza di competenze tecniche in questo caso ha il suo peso, che quando si parla di impermeabilizzazione ci si riferisce al fatto che in questo modo l’acqua non filtra da sotto l’asfalto e non si intende che in questo modo non si permette all’acqua di defluire, per questo ci sono le feritoie e le pompe. Quelle stesse pompe che purtroppo in questi due giorni di pioggia nel momento di massima precipitazione non sono riuscite ad espellere il mix creato dalla pioggia che cadeva aggiunta a quella che la insufficiente canalizzazione faceva riversare nel sottopasso stesso, a tal proposito vi invitiamo a guardare questa esauriente foto che documenta la situazione che si è verificata: http://2.bp.blogspot.com/-J8gt7b1Xb3M/UA8E0FRhPjI/AAAAAAAAAmU/-7JUOwnXYcs/s1600/acqua.png
Poi magari il fatto che il sottopasso è rimasto chiuso solo per un paio d’ore domenica 22 un’ora e mezza martedì 24 a testimonianza di come la tenuta dello stesso sia buona possa non importare ma crediamo, anche in riferimento a quanto accaduto nei comuni limitrofi che spesso vengono presi ad esempio, che almeno in questo campo Martinsicuro rappresenta una realtà positiva, perfettibile, ma sicuramente con problematiche non eccessive di cui certamente la nostra Amministrazione non ha intenzione di assumere alcun merito ma effetto di interventi effettuati in passato.
3) I soldi pubblici spesi sono serviti a risolvere il problema per cui era stato proposto il progetto, i restanti problemi verranno risolti con appositi progetti e con reperimento di opportune risorse; la nostra pecca? Probabilmente essere troppo concreti, sicuramenti VOI DEL PD avreste valutato più attentamente l’inizio dei lavori preoccupandovi di una eventuale perdita di consensi causati da qualche disagio conseguente alla chiusura di via Roma, noi abbiamo ritenuto di anteporre a questo l’interesse comune e, seppure abbiamo riconosciuto qualche errore di gestione nei primi giorni, rifaremmo, con le dovute correzioni la stessa scelta.
4) Siamo perfettamente consapevoli che la nostra Città ha problemi legati alla presenza esclusiva di sottopassi e che va presa in seria considerazione l’eventuale costruzione di un cavalcavia ma detto questo, fermi rimanendo i tentativi che si stanno facendo nel cercare di spostare l’inizio lavori da parte delle ferrovie del passaggio a livello a raso in via Colombo, non crediamo siano da rimandare ulteriormente lavori che oramai si aspettano da anni.
5) Per quanto riguarda la Protezione Civile è in corso un dialogo concreto, iniziato nelle 3 settimane successive al nostro insediamento allorquando il Sindaco, in tempi non sospetti, ha ricevuto una loro delegazione, teso a raggiungere un’intesa al fine di prevenire e organizzare le emergenze. Uno studio relativo allo stato del territorio e strategie di evacuazione in seguito non solo a problemi di allagamenti è stato già da loro approntato e si deve solo studiare la forma di collaborazione migliore sia in termini di organizzazione che dal punto di vista economico. Fermo restando la loro disponibilità ad intervenire in ogni situazione come già ampiamente dimostrato in questi giorni di forti piogge e per la quale vogliamo esprimere ai volontari un ringraziamento per l’ottimo lavoro svolto.
 

www.martinsicurocittattiva.it

Logo associazione Città Attiva Il sito internet dell'Associazione Città Attiva del Comune di Martinsicuro
"E' bello vivere per il proprio paese, ma è ancora più bello aiutare il proprio paese a vivere" J.F.Kennedy
Associazione Città Attiva - Sede in MARTINSICURO (TE), Via Venezia 27
web:http://www.martinsicurocittattiva.it email:direttivo@martinsicurocittattiva.it sms:3276190017

Visitatori on-line

 6 visitatori online